Un casco refrigerante al day hospital oncologico: è il dono dell’Associazione ‘Giovanna Savini’

La cerimonia di consegna da parte del presidente Rocco Tondini ai vertici della Asl e del servizio dell’ospedale di Giulianova

GIULIANOVA – Un casco refrigerato quale dispositivo medicale per i pazienti sottoposti a chemioterapia, è stato donato al Day hospital oncologico dell’ospedale di Giulianova dall’Associazione per la lotta ai tumori ‘Giovanna Savini’.

L’apparecchiatura, utile per prevenire l ‘alopecia nei pazienti che devono affrontare il percorso chemioterapico, è stata consegnata dal presidente dell’Associazione giuliese, Rocco Tondini, al direttore sanitario aziendale Maurizio Brucchi e Carlo D’Ugo, capo del Dipartimento oncologico della Asl teramana, alla presenza della responsabile del day hospital Giulianova-Sant’Omero, Sonia Di Felice e al suo personale.

Hanno partecipato anche il vescovo della diocesi di Teramo-Atri, Lorenzo Leuzzi, che ha impartito la sua benedizione, il sindaco di Giulianova, Jwan Costantini, e il cappellano dell’ospedale don Sergio Mucci. Il casco refrigerante viene usato prima, durante e dopo la chemioterapia: il freddo, perché attraverso la vasocostrizione, e dunque riducendo l’afflusso di sangue e di farmaco ai vasi del cuoio capelluto, abbassa il rischio di comparsa di alopecia.

L’associazione ‘Giovanna Savini’ già in passato, fin dagli anni ’90, ha fatto donazioni al reparto, fornendo arredi ma anche contribuendo all’ingresso di figure professionali, a testimonianza di quanto sia importante la solidarietà della società civile per il  miglioramento del livello dei servizi sanitari.

Leave a Comment