Il casco originale del pilota Nepa all’asta: il ricavato a Casa Madre Ester

Il 20enne unico concorrente abruzzese del mondiale di Moto3 l’ha indossato a Misano: aggiudicato a due imprenditori teramani

PINETO – Si è svolta a Scerne di Pineto, presso l’Istituto Casa Madre Ester, l’asta di beneficenza del casco indossato dal pilota giuliese Stefano Nepa, nel Campionato Mondiale di Moto3. 

Stefano, 20 anni di Cologna Spiaggia, unico rappresentante abruzzese al motomondiale, lo scorso settembre durante il Gran Premio di Misano ha indossato un casco con una livrea speciale, tributo d’eccezione alla sua terra d’origine.

Il casco, prodotto in esemplare unico, è stato posto all’asta su charitystars.com, la piattaforma internazionale online per le aste di beneficenza e il ricavato è stato interamente devoluto alla Comunità Educativa ‘Casa Madre Ester’ di Scerne di Pineto, punto di riferimento per l’accoglienza di ragazze madri in difficoltà ed i loro bambini.

Ad aggiudicarsi l’asta sono stati due imprenditori teramani, Marco Di Giosia e Ivan Romani, che hanno voluto così compiere questo gesto di solidarietà proprio per una comunità che compie opere di bene sul territorio teramano. Alla cerimonia, che si è svolta in forma riservata, erano presenti oltre al pilota e agli imprenditori, anche suor Pina, cuore della comunità di Casa Madre Ester, la consigliera regionale della Lega, Simona Cardinali, attivamente impegnata nel sociale, Arianna Fasulo, da anni vicina a questa realtà assistenziale e alcuni dei bambini ospitati e del personale che lavora nella struttura. 

Leave a Comment