Un anno di big, Teramo si conferma piazza dei grandi concerti

La storia dei Capodanno dell’ultimo decennio: un crescendo senza paragoni. Un 2022 insuperabile da Regina d’Abruzzo: dai Litfiba ai Tiromancino, a Max Pezzali (con Arisa, Noemi, Joe Bastianich, Morgan e La Rappresentante di Lista…)

TERAMO – Le piazze stracolme cui ci hanno abituato i concerti del Capodanno Teramano ma ancor prima Teramo Natura Indomita, hanno fatto innamorare di nuovo i teramani della loro città. Ed è questo forse il risultato migliore delle scelte sul piano degli eventi dell’amministrazione di Gianguido D’Alberto.

L’eco del concerto di Max Pezzali non si spegnerà come il ricordo di una serata di bella musica e basta. Segnerà una svolta, uno spartiacque che nel futuro sarà difficile superare. Perchè il Max Pezzali di ieri sera, segue La Rappresentante di lista, i Tiromancino, i Litfiba, Arisa, Noemi. Tutti in un sol colpo, in un solo anno. Roba da metropoli, piazze ambite dalle star della musica. Teramo, e lo diciamo orgogliosamente da teramani, quest’anno ha indiscutibilmente battuto la concorrenza, troppo spesso e superficialmente chiamata a paragone per le definite ‘misere’ opzioni offerte dall’ambiente cittadino.

Alla faccia degli irriducibili criticoni, dei tronfi contabili (ridotti per la verità a uno sparuto gruppo) e di chi ha raramente visto qualcosa oltre il Vezzola, la stagione musicale (tra estiva e invernale) ha prodotto risultati che nell’ottica di una rinascita dopo la pandemia e le limitazioni, non potevano essere più consistenti.

L’assessore Antonio Filipponi gongola, giustamente, E’ riuscito a mettere tutti d’accordo con la sua linea inflessibile del lavorare e usare le critiche, dove fondate, per migliorare. E la pagella stavolta l’anticipiamo noi: voto 9. E con un ringraziamento anche alla stretta collaborazione con la La Riccitelli e Abruzzo Circuito Spettacolo. Agli irriducibili contro, ricordiamo solo alcuni passaggi storici, per chi ha la memoria corta, con un breve specchietto ‘commemorativo’:

Natale 2011-Capodanno 2012
Vinicio Capossela al Comunale
14 dicembre Fichi d’India
30 dicembre Braga e Corale Verdi
31 Faremusika, Compagnia dei Folli poi Vincenzo Olivieri e Moma Band
13 gennaio Premiata Forneria Marconi

Capodanno 2012 su 2013
Vittorio Il Fenomeno
Paolo Belli e la sua band

Capodanno 2013 su 2014
30 Tequila e Montepulciano band e gli ‘Alla bua’,
31 Demo Morselli, Marcello Cirillo e la big band

Capodanno 2014 su 2015
31 Marina Rei (al minimo storico di presenze, complice anche il rigido meteo e il ghiaccio, con circa 300 presenti, e anche derisi dalla famosa gaffe dell’artista che li definì ‘mosci’)

Capodanno 2015 su 2016
31 Filippo Graziani, Federico Poggipollini (batterista di Ligabue), Fuzzy Dice, Paolo Di Sabatino e Arturo Valiante,

Capodanno 2016 su 2017
30 ‘I Regina’, cover band dei Queen
31 Mattia Giuliano Palma e Nicoletta Dale
1° Mattia Briga (da Amici)

Capodanno 2017 su 2018
nessun evento con il commissario prefettizio Luigi Pizzi

Capodanno 2018 su 2019
31 Orchestra Popolare del Saltarello e Orchestra Popolare ‘La Notte della Taranta’
1° Ermal Meta

Capodanno 2019 su 2020
30 Pigro
31 ‘La Rua’ alle 22:30, a cui seguirà  la performance di Nicoletta Dale & Her Modernists
1° Niccolo Fabi

Capodanno 2020 su 2021
Lockdown

Capodanno 2021 su 2022
19 dicembre Fiorella Mannoia
30 ‘Baccini Trio’ e balletto Opera
1° Franco 126

Capodanno 2022 su 2023
20 Tiromancino
30 Pigro (con Joe Bastianich e Morgan)
31 Band Teramane
1° La Rappresentante di Lista
2° Max Pezzali

One Thought to “Un anno di big, Teramo si conferma piazza dei grandi concerti”

  1. Amen

    Piazza dei grandi concerti? C’è da andarne fieri? Panem et circenses…

Leave a Comment