VIDEO / Casa di riposo: la conferenza stampa sugli stipendi si trasforma in un acceso litigio

All’incontro per fornire la versione dell’Asp1 ci sono anche i sindacalisti a cui non piace il rimpallo di responsabilità tra il commissario e la Pap. Quaresimale si impegna per azzerare l’arretrato di 24 dipendenti TERAMO – Doveva essere una conferenza stampa per chiarire le posizioni rispetto ai pagamenti ancora arretrati per 24 dipendenti della Pap che distribuisce i pasti alla casa di riposo De Bendictis ma di fatto si è trasformata in un tavolo di confronto sindacale, con momenti anche molto accesi e scambi di accuse a tre, tra il…

Continua a leggere

Asp1, finisce a denunce. Canzio: “Gli stipendi che mancano sono antecedenti al dicembre 2020”

Il botta e risposta tra Filcams Cgil e Commissario straordinario. “Nessun rapporto tra noi e le dipendenti: è la Pap il loro datore di lavoro” TERAMO – Con molta probabilità si trasferirà sul piano legale, con tanto di denunce, la querelle tra il sindacato Filcams Cgil e il Commissario straordinario della Asp1, Roberto Canzio, sullo spinoso argomento del mancato pagamento degli stipendi alle lavoratrici della case di riposo, De Benedictis compresa. A dirlo a chiare lettere è lo stesso Canzio che replica alle ennesime accuse del sindacato – che ha…

Continua a leggere

Asp1, marcia indietro: fuori Canzio dentro Natoni con Covelli

La verifica dei curricula chiesta dal Servizio regionale evita il commissariamento TERAMO – La Regione sta per procedere alla sostituzione degli eletti nel Cda dell’Azienda per i servizi alla persona numero 1 di Teramo. Nel consiglio di amministrazione potrebbe non trovare più posto Roberto Canzio, ex assessore comunale a Teramo, il cui curriculum non ha passato la verifica chiesta dalla Regione a seguito degli esposti e degli accessi agli atti dei candidati esclusi. Nessun problema invece per i requisiti presentati da Alberto Covelli, altro prescelto nel rinnovo dei componenti. Una…

Continua a leggere

Asp 1, la Regione: “Curricula mai verificati, Canzio e Covelli senza requisiti”. Tornano in gioco Natoni e Recinelli

Il Servizio regionale consiglia un dietrofront in autotutela: rivalutare tutte le candidature in 15 giorni, altrimenti arriva il commissario TERAMO – Hanno cantato troppo presto vittoria quelle parti politiche che si erano rallegrate del successo nella gestione delle nuove nomine nel Cda dell’Asp 1 (Azienda per i servizi alla persona) degli ex consiglieri comunali di centrodestra a Teramo, Roberto Canzio e Alberto Covelli. Perchè è clamorosa la motivazione con cui la Regione Abruzzo, Servizio Programmazione sociale, ha intimato al presidente e al direttore dell’Asp 1 il termine di 15 giorni…

Continua a leggere