Droga, maxiretata all'alba tra Ascoli e Teramo

ASCOLI PICENO Un vasto giro di stupefacenti è stato stroncato dalla Polizia di Stato grazie al lavoro di indagine svolto dalla suadra mobile di Ascoli Piceno in collaborazione con i colleghi di Teramo: 10 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Ascoli ed eseguite la scorsa notte; 13 le persone indagate nella stessa inchiesta. Nell'operazione denominata "Toshinden" viene contestato il reato di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti tipo cocaina, hashish e marijuana e vede coinvolti personaggi ascolani, teramani e albanesi che, autonomamente, gestivano una vasta attività  di spaccio al minuto di quantitativi di droga. Ciascuno per proprio conto, grazie alla collaborazione di complici, alcuni utilizzati occasionalmente, altri assoldati stabilmente, avevano organizzato un intenso traffico, con dosi cedute a giovani non solo della provincia di Ascoli Piceno ma anche a studenti residenti a San Benedetto del Tronto e in provincia di Teramo. Dei 10 arrestati, uattro sono agli arresti domiciliari, mentre uno solo, un ascolano, destinatario dell'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, è sfuggito alla cattura in quanto irreperibile ed è attivamente ricercato. All'operazione di polizia giudiziaria hanno collaborato le squadre mobili di Teramo, Ancona, Macerata ed il Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Pescara.

Leave a Comment