Il comparto edile teramano guarda verso la Romania

TERAMO – Il mondo dell’edilizia teramana guarda alla Romania. Una delegazione dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili di Teramo, informa una nota, si è recata infatti dal 26 al 28 marzo in Romania, per incontrare il ministro della Sanità, Ioan Bazac, e valutare le opportunità di investimento nel Paese che ha recentemente appaltato ad imprese italiane 7 dei nuovi 15 ospedali previsti dal Piano sanitario e finanziati in larga parte da Fondi comunitari. Il Ministro, nell’incontro con l’Ance Teramo, ha chiesto la partecipazione delle imprese private in operazioni di global service e financial management ed ha illustrato il Piano di sviluppo della Sanità. L’esponente di governo ha chiesto dunque la collaborazione delle imprese teramane, invitandole a partecipare ed investire nell’ex Paese comunista per via delle opportunità offerte nel settore delle costruzioni, nonostante la crisi. “Si è trattato di un’esperienza estremamente positiva – ha dicharato il capodelegazione e vicepresidente dell’Ance di Teramo, Ezio Iervelli – come Ance Teramo valuteremo la possibilità di aderire ad Unimpresa Romania per consolidare e sviluppare le relazioni aperte dalla missione. Inoltre, nell’ambito delle iniziative poste in essere dall’ANCE Teramo per alleviare gli effetti della crisi, stiamo valutando l’organizzazione di altre missioni commerciali per lo sviluppo di opportunità imprenditoriali in Montenegro, Libia e Libano”.      

Leave a Comment