Nuove scosse ma a Teramo si sentono meno

TERAMO – Una scossa di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 21.07 dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L’epicentro del sisma è stato localizzato, ha reso noto il dipartimento della Protezione Civile, nei comuni dell’Aquila, Pizzoli e Collimento. Questa, la notizia ufficiale. Nel pomeriggio, sottili e infide, le scosse si erano comunque rincorse. Fino a dopo le 21, quando anche a Teramo la scossa si è sentita "un po’ più forte" ma non da tutti. E’ così che una città che assomiglia sempre più (anche per la pausa delle vacanze pasquali) a quella estiva per il trasferimento alle case al mare e per i viaggi intrapresi, dai suoi abitanti, si prepara alla notte. In molti continueranno anche questa notte a dormire in auto, in molti negli ingressi delle case a piano terra, tanti in abitazioni ritenute più sicure di parenti e amici. Anche all’Aquila ci si prepara alla notte, con le temperature che scendono, il calo inevitabile della tensione e il dolore lacerante per quelle 205 bare che oggi sono andate via. Intanto, da un momento all’altro, si conoscera’ l’esito delle ricerche avviate nel pomeriggio: chi c’è, e soprattutto, è vivo qualcuno sotto le macerie di via D’Annunzio?

Leave a Comment