La Caritas di Teramo propone la "Carta equa"

TERAMO – La sala dell’Episcopio di Teramo ha ospitato la presentazione dell’iniziativa “Carta equa, un nuovo volto alla solidarietà”, nel corso del quale sono state discusse le modalità di attuazione di un circuito di solidarietà con i supermercati presenti sul territorio teramano promosso dalla Caritas della diocesi di Teramo-Atri.
Carta Equa è un progetto di solidarietà finalizzato all’integrazione attraverso la distribuzione di due tipi di tessere, la “carta benefattore” e la “carta del beneficato”. Le due carte non presentano alcuna differenza dal punto di vista grafico, ma quella del benefattore consente di pagare la spesa nei punti vendita convenzionati e di devolvere una parte dell’ importo in un fondo di solidarietà dal quale poi si potrà attingere per finanziare il secondo tipo di carta destinata al beneficato, rilasciata dalla Caritas e spendibile nei supermercati aderenti. La Carta è gratuita e non prevede spese di attivazione e di gestione, inoltre il contributo erogato è detraibile fiscalmente. I gestori dei supermercati, per i quali non è previsto alcun costo aggiuntivo per questo servizio, potranno, a loro discrezione, contribuire con un ulteriore importo in percentuale sulla spesa effettuata dai loro clienti titolari della Carta, che andrebbe a confluire nel Fondo di solidarietà. All’iniziativa solidale hanno subito aderito  i titolari dei supermercati Sma di Colleatterrato, Sma di Viale Bovio e Tigre di Via de Albentiis di Teramo ma si attendono le adesioni di altri punti vendita. Nei prossimi giorni sono in programma ulteriori incontri con i responsabili di altri supermercati che non hanno potuto partecipare all’incontro.

Leave a Comment