Il questore: «Sicurezza insieme con la prevenzione»

TERAMO – Scendono i reati, cresce il numero delle persone denunciate e quelle controllare, a significare una concreta evoluzione dell’attività di polizia verso la prevenzione. E’ il bilancio della sicurezza in provincia di Teramo tracciato dal questore Amalia Di Ruocco, nel consueto appuntamento annuale della festa della Polizia, celebrata oggi al Parco della scienza. Dai 12.538 reati del 2008 si è passati ai 12.052 del 2009, con un calo del 3,8%, tendenza sottolineata da un meno 6,4% relativo al periodo maggio 2009-aprile 2010. E’ del 57% in più il numero delle persone controllare, tra i quali molti sono extracomunitari accompagnati ai centri di identificazione e i comunitari allontanati dal Paese. Numeri che specificano una crescita anche per le persone arrestate, denunciate o sottoposte a misure di sorveglianza. Il questore Di Ruocco ha voluto però sottolineare che, al fianco dell’attività operativa, la questura di Teramo ha costituito punto di riferimento per iniziative tese alla costituzione di una rete oltre che tra la forze dell’ordine, anche tra enti, associazioni, scuole e cittadini. «Abbiamo sollecitato i Comuni a firmare i Patti per la sicurezza – ha illustrato alla platea degli invitati il questore -, promosso la campagna contro alcool e droga sulle strade con Asl e Croce Rossa. Con le scuole è stato portato avanti il progetto ‘Educazione alla legalità" ma soprattutto è stato firmato un protocollo con la Cri per attivare i Centri di ascolto nelle scuole con uno psicologo a disposizione del personale e dei famigliari per prevenire i fenomeni di disagio, di violenza».

Leave a Comment