De Matteis (Mpa) chiede le dimissioni dell'assessore Gatti

L’AQUILA – Il vice presidente vicario del Consiglio regionale Giorgio De Matteis, capogruppo dell’Mpa in Consiglio regionale, ha chiesto le dimissioni dell’assessore regionale all’istruzione Paolo Gatti, esponente del Pdl e quindi
con lui nella maggioranza di centrodestra. "Il presidente della Regione, Gianni Chiodi, deve dimissionare Gatti – ha spiegato De Matteis in una conferenza stampa nella quale ha accusato Gatti di aver chiesto alla Conferenza Stato-Regioni di modificare il testo del decreto che assegnava all’Università dell’Aquila quasi 3 milioni e 200mila
euro di fondi aggiuntivi per finanziare le borse di studio 2009 dei 995 studenti dell’Ateneo ritenuti idonei, ma che non avevano ottenuto l’accesso ai benefici per l’esiguità delle somme disponibili". "E’ un fatto gravissimo – ha tuonato De Matteis – su cui immediatamente avevo chiesto chiarimenti a Gatti e Chiodi, senza ottenere però alcuna risposta. Ora chiediamo al presidente di ripristinare l’originaria ripartizione o di dimissionare un assessore che ha tenuto un comportamento inqualificabile, che danneggia non solo l’Università dell’Aquila, ma una città che lo stesso Chiodi dice continuamente essere in cima alle priorità della sua amministrazione". De Matteis ha spiegato che la vicenda risale ad oltre un anno fa, ma di esserne venuto a conoscenza per caso solo lo scorso dicembre, quando l’Adsu (l’azienda per il diritto allo studio universitario) dell’Aquila ha ricevuto una nota del dirigente del Settore Istruzione della Regione in cui si comunicava che era giunta la prima tranche di finanziamenti del Fondo Integrativo, pari a 2 milioni e mezzo di euro, sulla base di un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Di questa somma all’Adsu aquilana venivano assegnati un milione e 700mila euro, mentre 850mila euro venivano ripartiti a metà tra le Adsu di Teramo e Chieti. Qualche mese prima, a luglio, lo stesso dirigente aveva invece certificato all’Adsu dell’Aquila la concessione dell’intera dotazione del Fondo Integrativo. "Tutto questo – ha precisato De Matteis – senza che in quel lasso di tempo intervenisse alcun provvedimento di modifica del riparto". Le verifiche avviate subito avevano portato a scoprire – sempre stando a quanto riferito da De Matteis – che già a novembre 2009 l’assessore Gatti, con una sua mail personale, aveva chiesto la modifica del decreto, cancellando la destinazione esclusiva delle somme agli studenti dell’Università dell’Aquila.

 

Leave a Comment