Rifiuti: "Giulianova e Roseto paghino i debiti al Cirsu"

TERAMO – “I Comuni di Roseto e Giulianova paghino i debiti al Cirsu per uscire dall’emergenza rifiuti”. A prendere posizione sull’argomento è il consigliere provinciale Flaviano Montebello (Pdl) intervenuto in una nota per sollecitare una soluzione al problema dei rifiuti in strada e per stigmatizzare le responsabilità del centrosinistra. “Lo sciopero dei dipendenti Sogesa sta ulteriormente mettendo in ginocchio la Città di Giulianova, gia’ martoriata dai danni del maltempo – si legge nel comunicato diffuso da Montebello – credo che sia giunto il momento che i sindaci di Giulianova e Roseto, che hanno procurato la crisi economica del Cirsi, rispettino gli impegni assunti e mai mantenuti di versare i soldi dovuti al Consorzio”. Montebello ricorda che la situazione dei dipendenti di Sogesa rimasti senza stipendio, è inasprita dalle condizioni difficili in cui versano anche i tanti fornitori di beni e servizi in attesa dei pagamenti di Sogesa fortemente idebitati con il sistema bancario. “Di fronte a tanta responsabilità politica il centro sinistra fa finta di nulla e tenta di spostare la discussione su questioni diverse, come fanno il consigliere Provinciale Mercante e l’ex presidente D’agostino che continuano a presentare in Consiglio provinciale inutili e sbiaditi ordini del giorno sui rifiuti. La gente – conclude Montebello – è stanca delle strumentalizzazioni al ciclostile ed invece vorrebbe tanto, i giuliesi in particolare, che i Comuni paghino i debiti e restituiscano una citta’ pulita”.

Leave a Comment