Banca di Teramo, Confcooperative chiede contiuità nella governance

TERAMO – Il consiglio provinciale di Confcooperative Teramo, riunito martedì 22 maggio alla presenza del presidente Giampiero Ledda, ha voluto ricordare e omaggiare la figura dell’onorevole Antonio Tancredi, “la sua professionalità e il fondamentale contributo per la costituzione e la crescita dell’associata Banca di credito cooperativo, prezioso patrimonio cittadino”. I soci hanno voluto quindi esprimere il proprio dolore e rinnovare la vicinanza di tutto il sistema cooperativo alla famiglia per la grave perdita auspicando, come si legge da un comunicato diffuso, continuità e coerenza con il passato. “I consiglieri di Confcooperative Teramo – che associa in provincia oltre 120 cooperative, tra le quali anche la Banca di Teramo – auspicano in coerenza con le scelte di gestione della banca fin qui adottate, una condivisa e serena continuità nelle attività e nella governance dell’istituto di credito, in modo da permettere alla banca e ai suoi 4.138 soci di poter continuare a rappresentare un valido punto di riferimento per il sistema economico delle piccole e medie imprese e delle cooperative del territorio”.

Leave a Comment