Il Comunale si fa "polmone verde" e un'area commerciale di 4 livelli prende il posto del Mercato della verdura FOTO

TERAMO – L’area del vecchio comunale passa da campo sportivo a parco urbano e il mercato coperto si riqualifica mantenendo, accanto alla sua funzione tradizionale, un’area commerciale con due livelli di parcheggio sopraelevato. Sono queste le due proposte che il sindaco Maurizo Brucchi, nell’ambito del Piano strategico “Teramo 2020”, ha sottoposto ai portatori d’interesse e ai cittadini chiamati alla Sala San Carlo per condividerne le progettualità e ricevere input e suggerimenti che, da parte del pubblico presente, non sono mancati soprattutto per quel che riguarda il mercato di piazza Verdi. La trasformazione del vecchio comunale in polmone verde cittadino fruibile a tutti ha incassato infatti più consensi del progetto di recupero del mercato sul quale si aggirano le perplessità legate al fatto che si tratta di un’area archeologica adiacente al Braga al di sotto di cui si trovano le rovine del vecchio foro di Interamnia.

Un parco e botteghe artigiane collegate al centro storico da una terrazza aera al posto del vecchio stadio
Per quel che riguarda l’area del vecchio comunale, il progettista a capo dell’equipe proponente Alejandro Bozzi, ha prospettato al suo posto la creazione di un parco attrezzato per eventi e manifestazioni che, in onore della memoria e della tradizione calcistica legata a quel luogo, conservi la curva Est ma anche la porta per chi nel tempo libero vorrà dilettarsi a tirare qualche calcio al pallone. L’area verde sarà ancorata al centro storico da una terrazza area che da via dei Funari immette sul campo attraverso delle rampe di scale. La "Casa dello Sport" viene concepita in questo progetto come una sorta di "quinta" adiacente all’area. La struttura contemporanea che verrà creata all’interno avrà un sistema di pannelli fotovoltaici che fungeranno sia da parapetto per la terrazza che da parasole ad assorbimento energetico per le botteghe artigianali. Sotto al vecchio Comunale si prevede di creare due livelli di parcheggio da 250 posti auto mentre accanto al parco il progetto inserisce un’area di distribuzione e rifornimento di auto elettriche. Il progetto costerebbe 9milioni e 650mila euro con dei tempi di realizzazione compresi tra i 3 e i 4 anni.

Il mercato della Verdura torna “mercato” con un parcheggio sopraelevato e la piazza libera dalle auto
Meno impattante e finalizzato a una mera riqualificazione degli spazi è il progetto di recupero del mercato di piazza Verdi per evitare anche di scavare su un’area di forte sensibilità archeologica visto che in corrispondenza dell’Orto delle Monache adiacente al convento di San Giovanni ,e che ora ospita il liceo musicale Braga, si troverebbero le rovine del vecchio foro centrale della Teramo romana. Da qui l’idea di una “rifunzionalizzazione degli spazi” che lasci intatti i moduli commerciali attuali. In questo modo uno dei due livelli della struttura (quello corrispondente all’ingresso da via Stazio) rimarrebbe dedicato al mercato della frutta e della verdura per un’area complessiva di 1065 metri quadrati, e il livello sopraelevato (con ingresso da piazza Verdi) verrebbe adibito ad area commerciale generica con un’area a disposizione di 1085 metri quadrati. Il piano conta però anche sulla realizzazione di altri due livelli adibiti a parcheggio da 1880 metri quadrati per lasciare libera piazza Verdi dalle auto che troverebbero così collocazione nel plesso riqualificato. Costo stimato dell’opera è di 4 milioni di euro.

Leave a Comment