Teramo battuto in casa dal Messina, il primato si allontana

TERAMO – Perde anche l’ultima in casa il Teramo, proprio nel giorno dell’intitolazione dello stadio al compianto medico sociale Gaetano "Nino" Bonolis, sconfitto per 1-0 dal Messina. I siciliani sono andati a segno al 63′ con l’ex, Costa Ferreira, confermando di essere la squadra più in condizione del girone di ritorno con 36 punti conquistati in 16 partite. I biancorossi hanno cercato di tenere testa ai messinesi, subendo però a folate la forza del gioco avversario. E’ vero che i teramani recriminano per il gol annullato a Dimas pochi minuti dopo lo svantaggio e su due atterramenti dubbi in area sicula, ma è altrettanto vero che gli ospiti hanno  legittimato il vantaggio conn due limpide occasionhi da gol nella seconda metà della ripresa. Nel campionato di Seconda Divisione, nel girone B dove c’è il Teramo, adesso al comando che la Casertana che ha inflitto un 4-0 al Chieti, che ha staccato la coppia Teramo-Cosenza, con le due formazioni entrambe sconfitte (la squadra di Cappellacci a Martina per 2-1). E proprio queste due squadre domenica prossima, nell’ultima giornata, si affonteranno sul campo calabrese. Prima della gara emozione con la cerimonia di intitolazione ufficiale dello stadio di piano d’Accio a Gaetano Bonolis, il medico sociale di una vita dei biancorossi. Il sindaco Maurizio Brucchi, il presidente Luciano Campitelli, hanno simbolicamente ‘affidato’ il campo sportivo alla vedova Maria Dea Bonolis, tra gli applausi del pubblico presente sugli spalti. 

Leave a Comment