Gammarana, tre nigeriani litigano e distruggono un appartamento: arrestati

TERAMO – Rissa notturna nel quartiere della Gammarana la scorsa notte. Il bilancio è di un ferito, che ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Mazzini, e tre arrestati tra i quali anche il ferito. La violenta lite è scoppiata all’interno di un appartamento di un condominio di tre piani in via Matteotti, nel quartiere della Gammarana, abitato da tre giovani nigeriani, dei quali due fratelli, tutti in regola con il permesso di soggiorno e con piccoli precedenti. Tra grida e colpi, i tre connazionali si sono affrontati con violenza, svegliando l’intero vicinato, verso le 2. Qualcuno ha pensato bene di avvertire i carabinieri, che sono giunti sul posto e hanno tentato di riportare la calma, ma sono stati a loro volta aggrediti e strattonati. L’appartamento era distrutto: i tre nella lite hanno perfino divelto il lavabo del bagno e il tubo di raccordo dello scarico è stato utilizzato per ferire a una mano e a un braccio, nel prio caso in maniera profonda, Olu Emokpae, 25enne: è stato trasferito in ospedale per le cure del caso e se la caverà con 21 giorni di prognosi. Gli altri due, i fratelli Famous e Anson Edokpaigbe, di 32 e 24 anni, sono stati accompagnati in caserma per le identificazioni: qui sono stati posti in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale, al pari del loro connazionale dimesso all’alba, e trasferiti in tribunale per il processo per direttissima.

Leave a Comment