Piazza Sant'Agostino e via Capuani, imperversa la sosta selvaggia

TERAMO – E’ ver la sperimentazoone della sosta per residenti nel quartiere di San Giorgio non è mai decollata ma l’assenza di controlli in quest’ultimo periodo sta riportando in auge il parcheggio selvaggio senza nessun rispetto, nè per i pedoni nè per gli autorizzati che non trovano uno stallo libero. Guardare piazza Sant’Agostino per credere, ingolfata di macchine posizionate dappertuto, a momenti anche sulle scale della chiesa, se potessero. Così come in via Capuani: il ritorno del pilomat avrebbe dovuto riportare ordine in una strada che da gennaio, dal periodo del terremoto, era diventata terra di nessuno… macchè. Lì dove dovrebbe esserci pulizia dalle auto, solo area pedonale, è piena di auto parchggiate negli stalli, alcune di residenti e negozianti, anche per giorni di fila. E urante l’orario di Ztl, compare perfino lo stallo fai da te: in via Costantini, anche favorito dalla segnaletica contraddittoria rispetto alle regole stabilite dall’ordinanza che istituisce la zona a traffico limitato, impazza la sosta ‘autogestita’, ovvero lo stallo me lo creo io. E questo è esempio quotidiano, mica raro: è sotto gli occhi di tutti, tranne che dei vigili urbani che dovvrebbero controllare ma non passano mai da queste parti. Ma i commercianti, sempre pronti a porre il problema di una mancata idea di viabilità per questa strada del centro storico, adesso dove sono? Forse a risolvere l’imbarazzo che molte delle auto in sosta selvaggia e in area pedonale sono di loro rappresentanti…

Leave a Comment