Teramo, a Bergamo per allungare la striscia

TERAMO – (jacopodifrancesco) Trasferta senz’altro ostica, quella dell”Atleti Azzurri d’Italia’, ma questo Teramo ha dimostrato di essere più adatto ad affrontare una compagine d’alta quota come l’Albinoleffe che una squadra che si chiude per salvarsi, ogni riferimento al Santarcangelo è puramente voluto.
L’Albinoleffe è sesto con 17 punti all’attivo, nelle ultime tre gare ha conquistato 7 punti, vincendo l’ultima a Ravenna per 0-1, dopo 90 minuti molto combattuti, coronati con il gol della devastante punta ivoriana Kouko. I lombardi sono una squadra solida in difesa che riesce a ripartire con pericolosità grazia alla classe dei vari Sbaffo, Perego e Giorgione.
La banda di Asta si presenta a Bergamo con gli stessi effettivi delle ultime uscite, questo il pensiero del mister alla vigilia: «L’Albinoleffe è una squadra forte, in un campionato tanto bello quanto complicato, in cui ogni sfida riserva insidie e difficoltà. E’ un gruppo coeso – ha spiegato – che sta insieme da due stagioni, con un allenatore confermato che ha dato automatismi importanti ad un team rafforzatosi nell’ultima sessione di mercato. Noi dobbiamo aumentare la percentuale delle nostre caratteristiche migliori: non siamo palleggiatori, ma una squadra di corsa capace di rubar palla e ripartire, in grado di verticalizzare in fretta». 
Poi ha parlato delle possibili variazioni da apportare domani: »Sto pensando a qualche cambiamento anche in virtù del minutaggio sinora acquisito da tanti calciatori: è stata – ha proseguito – una settimana particolare per tre-quattro calciatori che si sono allenati a singhiozzo, ma ho la fortuna di avere alternative di livello, in un mese in cui scenderemo in campo in tante occasioni tra campionato e Coppa. A parte Soumarè (non convocato, ndr), però, non c’è un impedimento fisico vero e proprio».
Probabile formazione Teramo: (3-5-2) Calore; Sales, Caidi, Speranza; Ventola, De Grazia, Amadio, Ilari, Varas; Tulli, Foggia.

Leave a Comment