Sgomberati i gazebo abusivi per il compleanno sotto ai Portici, dopo il 'corpo a corpo' con l'assessore Di Padova FOTO

TERAMO – E’ stato necessario l’intervento d’autorità del sindaco Gianguido D’Alberto per modificare il programma dei festeggiamenti per i 50 anni di un agente immobiliare teramano che aveva deciso di spegnere le candeline assieme a decine di invitati nel posto peggiore per farlo, in questo momento a Teramo: i portici di Fumo. Il primo cittadino, su sollecitazione dell’assessore al governo del territorio, Stefania Di Padova – che ha speso molto delle sue capacità di autocontrollo nel confronto acceso con gli organizzatori – ha intimato a gestore e proprietario del Caffè Grande Italia di rimuovere i gazebo chiusi e riscaldati che gli operai avevano già sistemato nel porticato, dopo aver inibito l’accesso allo stesso (che è ad uso pubblico). Sono stati attimi di tensione quelli vissuti nel primo pomeriggio, quando è stato lo stesso assessore a precipitarsi in piazza per chiarire con i protagonisti dell’iniziativa non autorizzabile che non potevano fare ciò che stavano preparando. Non ha ricevuto una bella accoglienza, anzi. Così come non l’hanno ricevuta i giornalisti presenti (e casualmente per di più) sul posto dal gestore del locale, che ha preso di mira la stampa ‘rea’ di avere un occhio attento sull’abuso che si stava consumando. Non sono stati pochi i passanti che, oltre ad essere attratti negativamente dall’iniziativa di cattivo gusto sotto lo storico porticato, si sono interrogati su chi avesse mai autorizzato una installazione del genere, anche se temporanea. Ma proprio per questo aspetto il ‘blitz’ celebrativo è stato opportunamente respinto: nessuno tra gestore e proprietario del locale aveva chiesto autorizzazione di sorta, forse perchè consapevoli che una tale iniziativa non può esserlo. Entrambi più di altri dovrebbero infatti sapere che quel porticato si trova ‘sub-judice’, perchè fa parte di un edificio (palazzo Pompetti) destinatario di una oerdinanza di sgombero perchè dichiarato "E" dai tecnici della protezione civile dopo il sopralluogo sui danni provocati dal sisma 2016 e 2017. Festa rovinata? No perchè l’autogol p stato recuperato in extremis con una soluzione… all’italiana: al posto dei tavolini del bar sono comparse delle tavolate imbandite…

Leave a Comment