Parte il cantiere per ristrutturare la pista di pattinaggio dell’Acquaviva

L’impianto degli anni ’80, mai riqualificato, è da sempre meta di tante persone appassionate o che si allenano: i lavori puntano alla rigenerazione dell’intera area. Ciapanna: “Ci sono anche 2,2 milioni per le piscine”

TERAMO – Possono partire i lavori di manutenzione straordinaria della pista di pattinaggio dell’Acquaviva. L’amministrazione Comunale ha infatti consegnato il cantiere alla ditta Centro Italia Sport, che si è aggiudicata l’appalto. Il valore dell’affidamento è di quasi 155mila euro, a fronte di un importo complessivo dell’opera (comprensivo dei costi dei vari servizi e degli ulteriori oneri economico finanziari) di 200.000 euro. I lavori, nello specifico, interesseranno tutto l’impianto sportivo in generale e saranno finalizzati in particolare all’ammodernamento ed alla messa in sicurezza della pista di pattinaggio.

Il pattinodromo, infatti, è stato edificato intorno agli anni ’80 e oggi presenta una situazione di usura rispetto alla quale l’amministrazione ha inteso intervenire con un progetto che mira a garantire la massima sicurezza della struttura, utilizzata da utenti di ogni fascia di età, e a completare il recupero dell’intero ed importante complesso sportivo, già in itinere da qualche anno. Gli interventi, in particolare, punteranno alla rigenerazione urbana dell’area. 

Per questo, oltre agli interventi tecnici, tra i quali la totale rimozione della delimitazione interna, l’ampliamento dell’intero corpo centrale mediante la sostituzione delle lunette in terra con fondo in cemento armato e l’installazione di una pavimentazione in resina per la pista rettangolare; sono previste anche opere di recupero e sistemazione delle gradinate per gli spettatori, mediante la rimozione e il ripristino delle lastre in pietra in travertino staccate e deteriorate, la manutenzione del vialetto di accesso pedonale con una pulizia generale del sito e la sistemazione della pavimentazione divelta, la sistemazione generale della pavimentazione in porfido.

Questa amministrazione ha sempre considerato lo sport una delle sue priorità, anche alla luce del suo alto valore nel percorso di crescita dei giovani – sottolinea il Sindaco Gianguido D’Alberto – In questi anni, anche grazie al confronto con le associazioni abbiamo messo in campo tutta una serie di iniziative e interventi volti da un lato a risolvere la questione relativa alla gestione degli impianti e dall’altro a riqualificare gli stessi impianti sportivi comunali con l’obiettivo di garantire strutture adeguate e favorire la pratica sportiva da parte di tutti i cittadini. Il mondo del pattinaggio, come dimostrato anche con il ritorno meraviglioso del Festival dei pattini, appartiene all’identità sportiva del nostro territorio e con i suoi importanti risultati ci ha resi sempre orgogliosi. Per questo l’intervento sulla pista dell’Acquaviva rappresenta la concretizzazione dell’impegno assunto da questa amministrazione di restituire a questo sport il valore che merita”.

I lavori di ammodernamento della Cittadella dello Sport dell’Acquaviva, rappresentano un intervento estremamente importante che mira a una riqualificazione complessiva dell’area sia dal punto di vista strutturale che dell’offerta sportiva – ha commentato l’assessore allo Sport, Sara Falini, che ha seguito con particolare attenzione il progetto –. Siamo sempre stati vicini alle associazioni sportive e continueremo ad esserlo, nella convinzione che lo sport sia essenziale per uno sviluppo sano e consapevole delle nuove generazioni”.

Soddisfazione viene espressa anche dal neo assessore alle Politiche e all’attuazione del PNRR, Graziano Ciapanna:  “Il PNRR rappresenta una straordinaria occasione per la rigenerazione urbana dei territori, che passa anche per la riqualificazione e valorizzazione degli impianti sportivi. Gli obiettivi delle misure dedicate allo sport, inoltre, hanno un forte impatto sui giovani e incidono anche sulla riduzione dei divari territoriali – evidenzia Ciapanna –. Per quanto riguarda il PNRR, in particolare, così come il fondo complementare, oltre alle risorse per l’ammodernamento della Cittadella dello Sport dell’Acquaviva, questa amministrazione ha ottenuto anche 2.200.000 di euro per un importante intervento sulle piscine dell’Acquaviva, che ci consentirà di portare avanti la rigenerazione dell’intera area, 435.000 euro per la riqualificazione di tutta una serie di aree sportive polifunzionali frazionali e di quartiere, 600mila euro per la riqualificazione del campo sportivo di Villa Vomano e 1.300.000 euro per quella dell’impianto sportivo di via Leonardo da Vinci a San Nicolò. Interventi che ci permettono, per la prima volta, di mettere a sistema la rigenerazione delle strutture sportive, con una ricucitura anche in questo caso tra capoluogo e frazioni. Un ringraziamento particolare voglio rivolgerlo agli uffici del Comune per il lavoro che hanno svolto e che stanno svolgendo, e che conferma ancora una volta la grande professionalità dei nostri tecnici e dell’intero apparato amministrativo”.

Leave a Comment