Il Comune avvia la redazione del Piano Acustico

TERAMO _ Dopo il PRG arriva il Piano Acustico. Lo annuncia l'assessore all'Ambiente Raimondo Micheli, che in una nota rivela di avere recuperato lo strumento, la cui redazione era iniziata nel '99 e poi si era interrotta per attendere il nuovo PRG. Presto la città, quindi, avrà una mappatura della sua rumorosità, che riguarderà l'intero territorio, frazioni comprese. Lo studio è affidato, come otto anni fa, all'Università dell'Aquila, Dipartimento di Energia meccanica, energetica e gestionale. Attualmente le fasi già completate sono: l'analisi preliminare del territorio comunale; la mappatura dello stesso mediante misure fotometriche in corrispondenza di 90 postazioni, che presto diverranno 190; la simulazione dello stato acustico attuale; la definizione delle classi in base ad un apposito decreto Ministeriale. D'ora in poi, il lavoro si svilupperà in due momenti: uno iniziale, per elaborare la bozza di classificazione acustica; e un secondo, consistente in un processo di revisione ed ottimizzazione del 'clima acustico dell'ambiente urbano'; da qui si passerà alla fase più politica, basata anche sul confronto con la cittadinanza e che si concluderà con la stesura del Piano definitivo e la successiva adozione in Consiglio Comunale. Per l'assessore Raimondo Micheli “La redazione del Piano acustico è un tassello che si aggiunge alla molteplice attività dell'assessorato. Credo di poter dire che oggi in tema ambientale, il Comune di Teramo è in linea con le città più avanzate ed attive: Raccolta differenziata, compostiere, Piano delle Antenne, Piano del rumore, zonizzazione acustica, monitoraggio dell'aria attraverso centraline fisse e mobili; è una vittoria dell'ambiente e un motivo di orgoglio per l'intera città”.

Leave a Comment