Volley Pineto. Guerra di comunicati fra Lega e Fipav

TERAMO_ Martedì 2 luglio probabilmente sarà più chiara la situazione che riguarda la pallavolo Pineto. La società  che ha regolarmente inviato la documentazione per l’iscrizione al campionato di A1 attende, come si legge in un comunicato, “con serenità la decisione della CAF già convocata per il prossimo 2 luglio, fiduciosa del fatto che la decisione detta non possa essere peggiorativa rispetto alle sanzioni già irrogate ed impugnate” (ammenda societaria e inibizione del presidente D’Orazio). Ma è guerra di comunicati Ecco quella della Lega nel quale si legge che “ In riferimento alla decisione della FIPAV sulla situazione della Società Pallavolo Pineto, la Lega Pallavolo intende chiarire quanto segue.Concorda che l’eventuale legittimazione ad assumere decisioni in merito all’eventuale esclusione di un sodalizio da un campionato rientra, esclusivamente, nella potestà degli Organi Giurisdizionali della FIPAV. Ed infatti ha proceduto ad una segnalazione alla FIPAV sulla base del predetto assunto.Occorre inoltre chiarire che la Lega ha trasmesso gli atti alla FIPAV non appena scaduto il termine di messa in mora della Pallavolo Pineto, cioè il 23 marzo 2009. La Lega resta indifferente all’osservazione che il 22 marzo 2009 si sia conclusa la Regular Season e con questa il campionato della Pallavolo Pineto, non qualificata ai Play Off.Prende atto che è stato interposto appello avverso la decisione della Commissione Giudicante Nazionale sulla sanzione inflitta alla Pallavolo Pineto e al suo Presidente.Precisa infine che la Commissione Ammissione ai Campionati di Serie A valuterà unicamente la richiesta di iscrizione di tutte le società di Serie A, sulla base della classifica della Regular Season 2008/09, così come omologata dalla FIPAV”. Anche la Yoga Forlì ha fatto conoscere la sua versione dei fatti. Eccone il testo:” La nostra società sportiva, al fine di fare chiarezza sull’intera vicenda che nostro malgrado ci coinvolge, ha premura di fare alcune precisazioni per tutti gli appassionati di questo sport: A nostro avviso il campionato doveva finire con un’altra classifica: la YOGA VOLLEY FORLI’ salva  ed una diversa griglia di partenza dei play-off (vedi Verona).Tale situazione doveva essere chiara ed evidente; con un governo della situazione impeccabile da parte di chi di dovere, che si attivava con tutte le dovute attenzioni legali ed amministrative, fin dal 3 febbraio 2009 (data invio escussione), con fax e telegrammi premonitori a tutti gli organi preposti (FIPAV, PINETO, banca, ecc..), visti i precedenti e la delicatezza del caso, con il “dettato” preciso che se nei termini dovuti (12 marzo ‘09), PINETO o la sua banca garante, non avessero provveduto a quanto in obbligo da iscrizione LEGA-FIPAV, al di là della giustizia ordinaria, sarebbe stato escluso a far capo dalla gara del 15 marzo ‘09. La nostra società è particolarmente amareggiata perché ora ne è coinvolta in prima persona; questa situazione non si doveva assolutamente verificare e la YOGA VOLLEY FORLI’ non doveva aver bisogno di fare alcun ricorso, perchè chi gestiva il campionato doveva essere all’altezza della situazione.Con tanta amarezza, ma con la necessità e l’impegno di fare chiarezza e giustizia, confidando nell’esito positivo della Giustizia Sportiva che dovrà emanare una sanzione prevista dai regolamenti che non ha bisogno di alcuna interpretazione di sorta.La YOGA VOLLEY FORLI’ si riserva in caso di esito negativo nei suoi confronti della decisione degli Organi di Giustizia sportiva, di ricorrere alla Autorità Giudiziaria competente a tutela dei suoi diritti e della sua immagine con richiesta di risarcimento danni”.

Leave a Comment