Brucchi incontra le comunità abruzzesi in America

TERAMO – Nell’ambito della partecipazione all’assemblea annuale del National Italian American Foundation (Niaf), il maggiore organismo e il più fedele rappresentante degli oltre 20 milioni di cittadini italo-americani che vivono negli Stati Unti, il sindaco di Teramo, Mauruzio Brucchi, ha incontrato le comunita abruzzesi d’America. In particolare, informa una nota, il primo cittadino ha discusso con il presidente NIAF, Joseph Del Raso, su come rilanciare i rapporti con la forte comunità di teramani residenti a Philadelfia e che in moltissimi casi non ha mai avuto la possibilità di visitare la terra dei suoi avi. Il sindaco di Teramo, informa una nota, ha colto al volo l’occasione di gettare le basi di un progetto che potrebbe avere grandissimi riflessi nel campo del turismo e della cultura. L’idea, infatti, è quella di creare le condizioni affinché la comunita’ italo americana di Philadelphia possa tornare a visitare, in maniera organizzata, i luoghi di origine dei loro cari. Ovviamente, le prospettive di crescita non riguardano solo il settore del “turismo della memoria”, ma anche una serie di possibili sviluppi socio economici tra la Niaf e tutto il territorio comunale teramano, anche in considerazione del fatto che, a detta, dei vertici della fondazione, la nostra provincia, e più in generale tutto l’Abruzzo, rappresenta un territorio assolutamenteappetibile per gli investimenti, specie per quegli imprenditori italo-americani interessati a sviluppare  i loro business nel paese d’origine. Fondamentale sarebbe, in tal senso, il ruolo della Regione Abruzzo. Al fine di dare un suggello operativo alle idee progettuali enunciate, il Sindaco di Teramo ha invitato ufficialmente a Teramo il presidente Del Raso e il segretario generale della fondazione, John Calvelli. Brucchi, durante la sua visita a Washington, alla quale ha preso parte anche il governatore della Regione, Gianni Chiodi, ha avuto modo di incontrare anche la speaker Nancy Pelosi, il presidente della Camera dei Rappresentati degli Stati Uniti di origini abruzzesi.

Leave a Comment