Influenza A, distribuiti alle Asl 50.000 vaccini

TERAMO – L’argomento influenza A ovviamente è quello che domina le cronache è l’attenzione generale dei cittadini, anche nella nostra regione. Le preoccupazioni sono diverse, proprio questa mattina l’assessore regionale alla sanità, Lanfranco Venturoni ha annunciato che sono stati distribuiti oltre 50mila vaccini alle Asl abruzzesi: per la precisione, 7.992 a quella di Avezzano-Sulmona, 6.988 a Chieti, 8.594 a Lanciano-VAsto, 4.161 all’Aquila, 12.477 a Pescara, 12.089 a Teramo. Le forze politiche intervengono per sollecitare l’adozione di un piano di intervento. E’ il caso di Claudio Ruffini, consigliere rregionale del Pd, che in una risoluzione urgente al Governatore Chiodi e all’assessore Venturoni l’impegno ad attivare le necessarie procedure per realizzare un Piano anti-influenzale contro il virus A H1N1 "attivando tutte le procedure previste dalla Circolare ministeriale del 12 otobre scorso". L’esponente del Pd chiede anche di "rafforzare la campagna di comunicazione e prevenzione sul piano regionale, informando i cittadini dei rischi connessi alla pandemia ed evitando lunghe file al pronto soccorso, aule scolastiche vuote e presidi medici al collasso". Ruffini chiede di tenere alta l’attenzione sulla nuova forma virale "anche perchè – afferma – occorre prevedere l’evoluzione e occorre valutare la gravità delle ondate successive che di solito sono peggiori delle prime. Inoltre il trasformismo virale, in particolare durante le ondate influenzali invernali, potrebbe portare il virus A H1N1 – prosegue – ad incontrarsi con i virus influenzali già in circolazione nell’uomo". Secondo Ruffini, ad allarmare maggiormente è il fatto "che la Regione non abbia provveduto ad organizzare un Piano per la pandemia (cosa che hanno fatto tutte le Regioni italiane) che dovrebbe comprendere: campagna di comunicazione ai cittadini, formazione del personale intesa come comportamenti univoci, campagna vaccinale, assistenza sanitaria
territoriale".

Leave a Comment