L’Idv sullo svincolo del Lotto Zero della Gammarana: "Un progetto deciso nelle segrete stanze"

TERAMO – "Il sindaco Brucchi abbia maggior rispetto dei cittadini, poichè in una democrazia rappresentativa il sindaco deve essere di tutti i cittadini, non solo di quelli che lo hanno votato". E’ quanto dichiarato sul ricorso dello svincolo della Gammarana, da alcuni esponenti dell’Idv, nel corso di una conferenza stampa convocata dal consigliere comunale del partito, Siriano Cordoni, per segnalare quelle che ritiene alcune "incongruenze" dell’amministrazione comunale. Perplessità ha mostrato Cordoni sulla pedonalizzazione del centro storico. "Il sindaco si dichiara intransigente sulle auto in centro storico e apre i varchi proprio durante il periodo natalizio quando il traffico automobilistico è più intenso – ha dichiarato Cordoni – è facile pedonalizzarele le strade d’estate quando non ci sono auto". Ulteriore disappunto ha mostrato ancora Cordoni sullo svincolo del Lotto Zero. Per il consigliere dell’Idv esisteva una precedente delibera (risalente al 2005, Giunta Chiodi) che prevedeva una progettazione dell’opera per un importo di 914mila euro, nel 2008 invece è arrivato un progetto diverso e che costava 2 milioni e 700mila euro. "Non sono chiari i motivi di questo stravolgimento – ha detto ancora Cordoni – ma soprattutto si tratta di costi triplicati". Il sindaco non può essere risentito con il Tar, piuttosto doveva condividere i progetti con i cittadini. Ma se a Teramo i progetti vengono decisi nelle segrete stanze è chiaro che i cittadini non possono che opporsi facendo ricorso".

 

Leave a Comment