La Federconsumatori: cartelle pazze sui loculi, a Teramo manca l’anagrafe cimiteriale

TERAMO – Cartelle pazze anche sui loculi. Secondo le stime della Federconsumatori, a Teramo ne sono arrivate ben 6290. In alcuni casi si tratta di importi troppo esosi per la manutenzione, in altri di veri e propri scambi di persona dovuti, secondo la Team che gestisce il servizio, ad omonimie o cambi di residenza. Ma la Federconsumatori, per bocca del presidente regionale Pasquale Di Ferdinando, ha anche altri appunti da fare alla Team sulla cattiva comunicazione nei confronti dell’utenza. Per Di Ferdinando la Team sarebbe "inadempiente" agli obblighi previsti dalla convenzione sottoscritta con il Comune di Teramo, perchè non avrebbe ancora attivato l’anagrafe cimiteriale, a riprova di questo fatto Di Ferdinando cita alcuni esempi. "La Team – dice Di Ferdinando – in piena violazione della privacy ha affisso dei volantini che ricordavano il rinnovo della concessione direttamente sui loculi, dimostrando, tra l’altro, scarsa sensibilità". Avvisi simili, relativi alle estumazioni, sono stati ultimamente pubblicati su dei quotidiani locali. Secondo Pierangelo Stirpe, responsabile del servizio della Team, le cose starebbero diversamente."L’anagrafe – afferma Stirpe c’è ed è anche costantemente aggiornata. Gli avvisi affissi sui loculi o pubblicati sui giornali sono complementari alle comunicazioni che inviamo tramite raccomandata agli interessati e che si trovano anche sull’Albo pretorio. In ogni caso è dovere degli utenti che hanno sottoscritto il contratto adempiere agli obblighi che prevede, anche in assenza di comunicazione". Ma la Federconsumatori non ci sta. "Perchè – chiede Di Ferdinando -se esiste questa anagrafe cimiteriale si è ricorsi a metodi poco rispettosi, come i volantini sui loculi, o troppo costosi per la collettività, come gli spazi a pagamento sui giornali? Non basta la comunicazione ad personam? Forse questa anagrafe non funziona poi così bene".

Leave a Comment