In un giorno altri 12 casi positivi in Abruzzo. Adesso sono 29 e tra di loro ci sono 4 medici ospedalieri: c'è anche il sindaco di Penne

TERAMO – Dalle analisi eseguite la scorsa notte nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, sono emersi 12 nuovi casi positivi al Covid 19. Altri cinque si aggiungono infatti ai 7 segnalati questa mattina.  I primi due riguardano 2 uomini di Ortona, entrati in contatto con l’uomo deceduto la scorsa settimana. Uno si trova in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte della Asl, l’altro è ricoverato nel reparto di malattie infettive del policlinico di Chieti. Altri 3 casi riguardano altrettante donne entrate in contatto con l’uomo ricoverato all’ospedale di Penne e risultato positivo. Due sono ricoverate, mentre una è in isolamento domiciliare.
GLi altri 7 casi riguardano quattro medici: due in servizio all’ospedale di Penne, uno dell’ospedale di Pescara e un altro in servizio al punto di primo intervento del presidio di Pescina, che attualmente è chiuso per la sanificazione dei locali.
All’Aquila è risultato positivo un uomo entrato in contatto con un altro paziente risultato positivo nei giorni scorsi al test. Positivi al test pure due familiari dell’uomo di Ortona deceduto la scorsa settimana.
E’ risultato invece negativo il tampone eseguito sull’uomo deceduto sabato pomeriggio all’ospedale di Penne. Con gli ultimi casi, sale a 29 il numero dei pazienti positivi al virus in Abruzzo, di cui 12 accertati nella giornata di oggi. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

Positivo anche il sindaco di Penne, adesso in quarantena.Tra i medici ospedalieri risultati positivi c’è anche il sindaco di Penne, Mario Semproni, che ha contratto il Covid 19 così come un altro medico del suo reparto, quello di geriatria dell’ospedale di Penne.
Sabato, nel presidio sanitario, era stata accertata la positività di un paziente 69enne, poi trasferito a Pescara. Proprio per questo erano stati eseguiti accertamenti su tutti gli operatori sanitari entrati in contatto con l’uomo. "Vivo isolato in una parte della mia casa, ma sto bene e non ho sintomi. Questa cosa non mi allontana dalle mie respo nsabilità. Combatterò insieme a voi. Dobbiamo vincere questa battaglia – ha detto Semproni -. Ho già avvisato il vicesindaco Vincenzo Ferrante – aggiunge il primo cittadino – che assumerà la guida per gli atti amministrativi durante la mia assenza e il Prefetto di Pescara, Gerardina Basilicata. Continuerò a lavorare con determinazione e impegno anche da casa. Il virus non mi ha fermato, non mi ha tolto la voglia di combattere per la mia Penne, per l’interesse dei pennesi. Ci sono e sono operativo, con impegno e determinazione".

Leave a Comment