Addio ad Emidio Giovannozzi, storico imprenditore dei marmi

Aveva da poco compiuto 91 anni uno degli eredi dell’omonima impresa in viale Crispi e padre del nostro collega Alfredo. I funerali mercoledì alla Madonna delle Grazie

TERAMO – Un forte abbraccio e la più affettuosa vicinanza li dedichiamo al collega Alfredo Giovannozzi, per l’improvvisa scomparsa del padre Emidio, che poco meno di due mesi fa aveva compiuto 91 anni.

Con la scomparsa di Emidio ‘Mimì’ Giovannozzi, Teramo perde un altro dei pezzi più importanti della storia dell’economia cittadina, maestro marmista, prosecutore assieme ai fratelli Franco (scomparso nel 2002) e Oreste, detto Rerè (venuto a mancare nel 2017) della famosa impresa di lavorazione dei marmi ‘Oreste Giovannozzi e figlio’, fondata dal nonno Oreste nel 1898, in viale Crispi. L’azienda è stata a lungo un simbolo della solidità economica dell’impresa teramana a cavallo degli anni ’70, quando le imprese cresciute sulla serietà e l’impegno diretto di imprenditori-lavoratori potevano confidare in un futuro di sicuro sviluppo. storico imprenditore teramano del marmo.

Tra i lavori più importanti curati dall’impresa Giovannozzi vanno citati il santuario della Madonna delle Grazie, il tribunale, il palazzo Inps, varie sedi di banche.

Alla particolarità e al pregio della produzione, l’impresa Giovannozzi affiancava un’organizzazione di vecchio stampo che proprio sull’affidabilità e sulla precisione dell’Emidio imprenditore e dei suoi fratelli, aveva fondato le fortune. Non a caso l’attività dell’impresa di marmi è andata avanti senza conoscere crisi fino ai più vicini anni addietro, senza soluzione di continuità come avvenuto invece per tante altre aziende investite dalle crisi industriali. Quella sede storica della ditta, tra l’altro, è destinata a restare soltanto nelle cartoline e nelle immagini della città, perché al suo posto dovrebbe nascere un insediamento commerciale di vendita al dettaglio, sotto il marchio Lidl.

Emidio Giovannozzi è venuto a mancare all’ospedale Mazzini di Teramo, dove era stato ricoverato d’urgenza nella giornata di ieri. La salma è esposta nella camera ardente allestita presso la casa funeraria Petrucci Carlo a Villa Pavone, con orario 8-20. I funerali sono stati fissati per le 11 di mercoledì 31 agosto nel Santuario della Madonna delle Grazie. Ad Alfredo, alla madre Paolina, alla sorella Laura e al fratello Massimo giungano le condoglianze della redazione di emmelle.it

Leave a Comment