FOTO / Sei mesi per costruire il nuovo terminal bus a piazzale San Francesco

Appaltati i lavori (con i fondi del Masterplan), il cantiere può partire: 14 nuovi stalli, una stazione di ricarica per i mezzi elettrici, pista ciclopedonale e struttura senza barriere architettoniche. Area tutta video sorvegliata

TERAMO – Dovrebbero durare sei mesi e al massimo entro il prossimo autunno, Teramo avrà il suo nuovo e tecnologico terminale dei bus che andrà a sostituire quello che c’è attualmente in piazzale San Francesco. La vetusta e indecoroso struttura oggi diventata ancor più visibile dopo il taglio degli antichi pini pericolanti, sarà sostituita e con essa tutto il piazzale destinato agli arrivi e alle partenze dei bus subirà un profondo restyling.

Questa mattina il sindaco Gianguido D’Alberto, assieme al già assessore Maurizio Verna che ha seguito in questi mesi l’avanzamento delle procedure di progettazione e di gara (il cui soggetto attuatore è la TUA, l’azienda di trasporto pubblico abruzzese) e l’architetto Paolo Sportiello, direttore tecnico della TUA, hanno illustrato i dettagli dell’intervento, all’indomani dell’aggiudicazione dell’appalto.

Il cantiere, affidato all’impresa GIU.VE.TER. snc di Pianella, dovrebbe essere allestito a inizio anno. I soldi sono quelli del Masterplan concessi anni or sono dall’allora giunga regionale guidata da D’Alfonso: 434mila euro sul finanziamento complessivo di oltre 560mila, con durata prevista di 180 giorni. L’intervento porterà alla riorganizzazione del piazzale con la creazione di 14 stalli di fermata per i bus, banchine di salita e discesa dei passeggeri con pensiline di attesa illuminate e con percorsi per ipovedenti e persone con disabilità motorie. In generale saranno ridisegnate le aree di sosta e i percorsi, così come i posti auto (solo per la discesa dei passeggeri e lo scarico di bagagli), mentre saranno previsti una stazione di ricarica per i bus elettrici e la velostazione secondo il progetto di mobilità sostenibile di MoveTe (compreso tratto di pista ciclopedonale). L’intera area sarà video sorvegliata.

La nuova struttura del terminal avrà nuovi locali sulla pianta di quella già esistente: dopo al ristrutturazione entreranno in funzione un bar, la biglietteria, la sala d’aspetto e i servizi igienici.

Al termine dei lavori, dopo il collaudo tecnico, la nuova infrastruttura sarà nella piena disponibilità del Comune, in quanto Ente proprietario delle aree, e che potrà curare la gestione.

Leave a Comment