Comune di Roseto: progettazione partecipata per i bambini

ROSETO – Il Laboratorio permanente di Progettazione partecipata è servito per conoscere attraverso  le carte l’ambiente urbano e le sue trasformazioni. Poi sono venuti i sopralluoghi per individuare le aree nodali per passare  e poi i ragazzi hanno  elaborato  un Piano Urbanistico. Il riferimento che ci offre l’ufficio stampa del Comune di Roseto è al lavoro relativo a bambini che hanno utilizzato un moderno strumento della partecipazione amminsitrativa. La scelta progettuale   è caduta su  un’area di gioco. I protagonisti del Laboratorio hanno scelto di lavorare sulla Pineta centrale di Roseto, luogo storico che ai loro occhi necessità di un intervento  di riqualificazione. Il tema scelto è la casa sull’albero. Quindi tante idee progettuali  senza limiti di immaginazione  per realizzare uno spazio verde a misura di bambino. I neo progettisti, giovani di elementari e medie di Roseto e Morro D’Oro, hanno presentato il frutto della loro attività nel corso di una iniziativa pubblica e insieme ai professionisti esperti hanno aperto la negoziazione con l’Amministrazione comunale per verificare la fattibilità del Progetto. “Ci siamo aperti alla Progettazione partecipata con il Concorso Nazionale indetto dall’INU per la realizzazione di un parco urbano – ha ricordato il Sindaco Franco Di Bonaventura nel suo saluto – questa ulteriore esperienza, così ricca di contenuti serve quindi a consolidare questa pratica e a farla crescere sul nostro territorio”.  “L’iniziativa è stata finanziata con la legge 285 del 97 e rientra nel programma locale per i diritti dei bambini e dei ragazzi – ha spiegato la Vice Sindaco Teresa Ginoble – oltre che luogo di pianificazione infatti, il Laboratorio permanente è diventato il fulcro di uno scambio comunicativo tra la realtà dei bambini quali portatori di diritto alle scelte urbane e di spunti propositivi per migliorare queste scelte”.

Leave a Comment