Ospedale Val Vibrata: bene l’incontro sindaci con Molinari

TERAMO – I sindaci dell’Unione dei Comuni della Val Vibrata ottenuto dall’incontro con il direttore generale della Asl di Teramo Mario Molinari ciò che volevano rispetto alle prospettive dell’ospedale "Val Vibrata". Molinari, secondo una nota dell’Unione ha rassicurato i sindaci vibratiani di aver inviato alla Regione Abruzzo la pianta organica e il piano assunzioni relativi all’anno 2008 e di aver inoltrato una sollecita risposta lo scorso 16 maggio. Secondo lo stesso Dirigente non dovrebbero esserci problemi poiché le proposte rientrano perfettamente negli obiettivi imposti della Regione Abruzzo. La Pianta organica, per quel che riguarda S.Omero, prevede la risoluzione del ruolo di primario nei reparti di Medicina e Ortopedia, mentre il Piano Assunzioni contempla l’arrivo di un medico radiologo, di un medico di ortopedia e uno di pediatria che permetterebbe la copertura 24ore su 24 nel reparto ginecologia/pediatria. Per gli infermieri è prevista la sola copertura delle maternità e dei pensionamenti. I Sindaci dell’Unione hanno poi posto delle richieste:potenziamento del reparto di Medicina per i tre mesi estivi; se necessario  chiudendo quello di Teramo distaccamento di infermieri dall’ospedale di Teramo a Sant’Omero; Teramo è in grado di garantire 2 infermieri a posto letto mentre a Sant’Omero non si riesce ad averne neppure uno. Una soluzione da avviare anche in via autoritaria. Nella Pianta organica è prevista l’assunzione di due medici di Medicina Generale. Uno di loro andrà senza dubbio a Giulianova mentre per la destinazione dell’altro medico toccherà stabilirlo a Lanfranco Venturoni che sta predisponendo un piano di riequilibrio medico/posti letto. Un altro piano di riequilibrio, quello del Pronto Soccorso e Urgenze dei quattro presidi teramani, è nelle mani del dottor Dragoni che dovrà valutare l’integrazioni di altri medici per sopperire alle carenze esistenti, comprese quelle di S.Omero. Durante la riunione si è parlato anche della revoca della delibera che vedeva il Centro di Sanità Mentale, che ha sede a S.Egidio, collegato con l’ospedale di Giulianova. Con una nuova disposizione, S.Egidio è accorpato a Teramo e Giulianova ad Atri. Il presidente dell’Unione dei Comuni, Emiliano Di Matteo ha poi illustrato a Molinari il Centro Diurno che a breve andrà ad occupare il Centro Elios di Colonnella, una struttura della Asl che l’Unione ha avuto in comodato gratuito per sistemarci una parte del servizio sociale. Il Comune ospitante e gli altri due che fino ad oggi hanno accolto sul proprio territorio questo servizio, Controguerra e Colonnella, godranno di agevolazioni tariffarie

Leave a Comment