Scuola: "La Provincia scongiuri disagi alle famiglie"

TERAMO – “La Provincia di Teramo agisca con tempestività ed efficacia per predisporre il Piano provinciale sul dimensionamento e assicuri la più ampia partecipazione di tutti i soggetti interessati. L’appello arriva dal Gruppo consiliare e l’area tematica Scuola del Coordinamento provinciale del Pd dopo l’approvazione degli indirizzi per il nuovo dimensionamento scolastico da parte del Consiglio regionale. “Si tratta di scelte di fondamentale importanza dalle quali dipenderanno la futura qualità dell’istruzione pubblica nel territorio provinciale. Secondo il Pd si registra un ritardo nella definizione della nuova programmazione: “il nuovo Piano doveva essere approvato dal Consiglio Provinciale entro il 30 novembre, ma in realtà non è stata ancora elaborata alcuna proposta. Il rischio che si corre è quello di creare pesanti disfunzioni per il sistema scolastico e gravi disagi alle famiglie (basti pensare al danno che può provocare, ai fini dell’attività di orientamento e dell’acquisizione delle iscrizioni, la ritardata approvazione dei nuovi indirizzi formativi nelle scuole secondarie superiori). Il Partito Democratico chiede con forza alla Giunta Provinciale che venga a attivato un Tavolo Interistituzionale, che veda la presenza dei soggetti istituzionali, dei dirigenti scolastici e delle rappresentanze sindacali, per concertare rapidamente i contenuti del nuovo Piano provinciale. Tra le priorità il Pd chiede di considerare, ai fini degli accorpamenti, le condizioni logistiche dei territori per evitare disagi ai residenti e di razionalizzare l’offerta formativa nel ciclo delle secondarie superiori, per evitare le sovrapposizioni degli indirizzi formativi e legare la definizione degli stessi al contesto socio-economico.

Leave a Comment