Del Turco: «Su Facebook mi accusano di pedofilia e stalking»

TERAMO – Insulti “virtuali” per l’ex presidente della Regione Ottaviano Del Turco. Per lui la presenza su Facebook si è trasformata in una brutta “disavventura” che lo ha portato addirittura a dover presentare un esposto-denuncia contro ignoti alla Polizia Postale. E’ lo stesso ex governatore a raccontare la vicenda attraverso la sua pagina di Facebook. Stamattina sul celebre social network è apparso un suo post che ha dell’incredibile. Ecco cosa ha scritto l’ex Governatore:  “Stanno riempiendo i siti dei miei amici su Facebook di messaggi che non so come definire. Sono accusato, oltre ai danni prodotti in Abruzzo, di pedofilia e di stalking verso giovani ragazze incontrate su Facebook. Ringrazio coloro che me lo hanno segnalato, dando così modo di avviare le indagini avendo materiale elettronico utilissimo per scoprire la fonte e l’ispirazione di queste mascalzonate. Mi sto chiedendo da stamane se ho conosciuto aggressioni peggiori nella mia vita prima di ora…”. Anche qualche giorno fa Del Turco si era lamentato dell’atteggiamento di alcuni utenti del social network.  “se provo a dire di no ad una richiesta di amicizia,seguendo l’istinto ed il mio diritto alla selezione degli amici,i rifiuti generano post ignobili che passerò al mio avvocato. Facebook comincia a diventare un "nido di vipere" e, prima o poi, bisognerà rassegnarsi a lasciare questo prezioso strumento”. Facebook resta comunque un social network amatissimo dai politici di tutti gli schieramenti: tra i più presenti il Governatore Gianni Chiodi e il capogruppo regionale dell’Idv Carlo Costantini.Il presidente della Provincia Valter Catarra lo ha scelto per lanciare un sondaggio tra i cittadini sul futuro dell’Ente. Spesso Facebook diventa anche un’arena virtuale: celebre la recente querelle tra il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e il segretario provinciale del Pd Robert Verrocchio sulla gestione del Ruzzo. 

Leave a Comment