Prati di Tivo, Finori mette alle spalle le polemiche: “Ben venga chi vuole condividere la rinascita”

Il nuovo proprietario degli impianti dice di avere tanti progetti per la stazione sciistica TERAMO – All’indomani dell’aggiudicazione provvisoria degli impianti di risalita dei Prati di Tivo, Marco Finori, il nuovo proprietario, parla di futuro delle stazioni sciistiche teramane. Intanto spera che sia la volta buona “per pensare da oggi in poi solo alla costruzione di questa stazione turistica”. “Io non ho mai smesso di lavorare per questa stazione alla quale mi sono molto legato negli ultimi due anni – ha detto Finori, che ha gestito gli impianti nelle ultime…

Continua a leggere

“La società pubblica non ha più senso”, la Provincia ‘molla’ i Prati e Pratoselva

Il socio di maggioranza ha deciso di non ricapitalizzare la Gst. Via alla vendita TERAMO – La Gran Sasso Teramano va verso la vendita delle proprietà, vale a dire gli impianti di risalita. Come anticipato dal commissario liquidatore, Gabriele Di Natale, è in corso la predisposizione del bando che metterà in vendita gli impianti di risalita sulla base dell’offerta economica presentata dall’imprenditore (e attuale gestore) Marco Finori. Ma a dare l’impulso definitivo alla procedura di gara c’è la decisione dei soci di maggioranza della Gst (Camera di commercio al 42%,…

Continua a leggere

Prati: Provincia e Camera di commercio vendono gli impianti. Finori: “Ecco 900mila euro”

L’assemblea della Gran Sasso Teramano approva la proposta dell’attuale gestore di acquistare tutto TERAMO – I soci di maggioranza della Gran Sasso Teramano, ovvero la Provincia di Teramo e la Camera di Commercio, hanno dato l’ok alla vendita dei cespiti sulle stazioni sciistiche di Prati di Tivo e di Pratoselva. Tradotto, la proposta arrivata dal privato e anticipata ieri, di acquistare gli impianti di risalita delle due stazioni, cade a fagiolo per togliersi di dosso un pesante fardello. Con quale destino per il turismo locale lo diranno solo i posteri.…

Continua a leggere

“Una volta la storiella del tubo, un’altra dell’Asbuc e Prati di Tivo non riapre”

Commissione vigilanza in Provincia. L’opposizione vuol sapere come siano stati spesi i soldi dati alla Gst TERAMO – I Prati di Tivo saranno l’unica stazione abruzzese a non riaprire gli impianti di risalita, potendolo fare, il 15 febbraio. Lo sancisce il silenzio che caratterizza gli organi amministrativi sia della Provincia che della Gran Sasso Teramano ed è convinzione anche dei componenti di opposizione della Commissione Vigilanza che oggi si è riunita in Provincia (parte in presenza, parte online). Il capogruppo di ‘Casa dei Comuni’, Mauro Scarpantonio, nel convocare la riunione…

Continua a leggere

Prati di Tivo: mentre si litiga sui canoni, gli antivalanga restano chiusi in magazzino

I cosiddetti O’Bellx (costati 1,2 milioni di euro) non sono stati rimontati ma nessuno lo dice TERAMO – Gli impianti di risalita riapriranno il 15 febbraio in gran parte d’Italia ma sicuramente non ai Prati di Tivo. A confermarlo è il vice presidente della Provincia, Alessandro Recchiuti, che in una intervista rilasciata questa mattina a R115 ha confermato che ciò non sarà possibile anche e soprattutto per l’atteggiamento dell’Asbuc di Pietracamela. L’Amministrazione degli Usi civici, come noto, ha chiesto il pagamento del canone di utilizzo dei terreni alla Gran Sasso…

Continua a leggere

Prati, la storia infinita. Finori: “Stazione pronta ma non pago due canoni”

Il gestore degli impianti di risalita svela: “Contratto troppo oneroso quello chiesto dall’Asbuc” PRATI DI TIVO – Il ping pong infinito tra gli attori protagonisti della gestione di una stazione sciistica che da decenni tenta un decollo ormai non più credibile, si arricchisce di un altro colpo. Il gestore degli impianti di risalita, Marco Finori, chiamato in causa dal presidente dell’Asbuc, Paride Tudisco, per essersi rifiutato di sottoscrivere un contratto per l’uso dei terreni su cui grava l’uso civico – necessario per poter avviare cabinovia e seggiovie – replica senza…

Continua a leggere

Prati di Tivo: l’Asbuc propone l’uso dei terreni a Finori, ma lui rifiuta

Forse sfuma l’ultima possibilità di veder riaprire gli impianti di risalita TERAMO – Forse l’ultimo tentativo di riaprire gli impianti di risalita ai Prati di Tivo sembra essere sfumato. L’Asbuc, stante l’impossibilità di veder pagato il credito vantato nei confronti della Gran Sasso Teramano, ha proposto l’utilizzo dei terreni demaniali gravati da uso civico su cui insistono gli impianti di risalita all’attuale gestore, Marco Finori, che ha avuto dalla Gst la proroga della gestione. Purtroppo, però, sembra a causa di richieste economica non ritenuta congrua, il gestore stesso ha rifiutato…

Continua a leggere

Prati di Tivo nell’incertezza: “Vogliamo conoscere il nostro destino”

Gli operatori turistici preoccupati e scettici sulla riapertura degli impianti di risalita PIETRACAMELA – Il Governo con il recente decreto ha stabilito che gli impianti di risalita nelle località turistiche invernali potranno riaprire dal 7 gennaio. Una opportunità di cui i Prati di Tivo probabilmente non potranno usufruire stante la situazione di incertezza sul destino delle strutture, nonostante la proroga decisa dalla Gran Sasso teramano all’attuale gestore. Una situazione di incertezza dalla quale gli operatori turistici vogliono uscire, preoccupati per il destino delle loro attività: lo denunciano e lo ripetono,…

Continua a leggere

Fano ipoteca impianti e albergo di Pratoselva. E c’è chi punta alla cabinovia d’estate…

Futuro sempre più complicato per la Gran Sasso Teramano FANO ADRIANO – Non c’è soltanto un decreto ingiuntivo del Comune di Fano Adriano a pesare sul groppone della Gran Sasso Teramano: adesso ci sono anche una ipoteca sui beni immobili della stazione di Pratoselva e una diffida al ripristino dei terreni su cui è posizionata la seggiovia per l’Abetone. Non si tratta di un ulteriore attacco nella ‘guerra’ interna tra soci della società in house della Provincia proprietaria degli impianti delle due stazioni sciistiche teramane, dicono da Fano. Piuttosto un…

Continua a leggere

Prati di Tivo, firmata la tregua: Asbuc disponibile, la Regione può ‘congelare’ l’ultimatum INTERVISTA

Con la mediazione del presidente della Provincia, si trova la quadra per evitare la sospensione dell’autorizzazione all’esercizio per gli impianti TERAMO – Si apre uno spiraglio nella crisi dei Prati di Tivo dopo l’avvio della procedura di sospensione dell’autorizzazione al pubblico esercizio degli impianti da parte della Regione. Una ‘tregua’ è stata firmata questa mattina in Provincia, con la mediazione del presidente Diego Di Bonaventura, che ha incontrato, alla presenza di Gabriele Di Natale, commissario liquidatore della Gran Sasso Teramano, proprietaria degli impianti di risalita, la Regione (c’era il Sottosegretario…

Continua a leggere